2012. Ottima Annata per gli Uffizi

Finito il 2012 è ora di tirare le somme per gli Uffizi. Fosse un vino sarebbe presto per cantar vittoria, ma se si tratta di un museo visitato da 1.767.030 persone, sicuramente sarebbe un buon novello. Il 2012 è stato l’anno migliore per le visite, ma anche per quanto riguarda il rinnovamento del museo. Quasi un anno fa aprivano le sale blu, che oggi ospitano le opere dei pittori stranieri del ‘600 e ‘700, del calibro di Velazquez, Goya e Rembrandt. Dopo le sale Blu, ricavate da una riorganizzazione interna del museo, hanno aperto le sale Rosse, ricavate dall’apertura di parte del Corridoio Vasariano. Le sale Rosse ospitano pittori cinquecenteschi italiani: Raffaello, Bronzino, Rosso Fiorentino e altri sconosciuti.

Ho avuto la fortuna di visitare i nuovi Uffizi e sono rimasto impressionato dai passi avanti compiuti: sembrava quasi un museo moderno. Purtroppo non tutto è andato come doveva andare, e dobbiamo prendere atto di una brutta vicenda riguardanti le sale blu: per alcuni giorni prima di natale sono rimaste chiuse per mancanza di personale. Solita figura all’italiana? Speriamo sia stata semplicemente la fase di rodaggio.

Il 2012 ha segnato una flessione dei visitatori del Polo Museale Fiorentino, che raccoglie molti musei a pagamento, in controtendenza rispetto ad alcuni siti turistici ad ingresso gratutito che hanno visto un aumento dei visitatori, come ad esempio la Villa medicea di Poggio a Caiano (+28,81%), Cenacolo di Fuligno(+52,62%) e la Villa medicea di Cerreto Guidi (+25,86%). Un segno chiaro per le istituzioni: biglietti meno cari o gratuiti oppure a pagamento, ma per un museo di qualità.

Annunci

13 commenti su “2012. Ottima Annata per gli Uffizi

  1. dacqu ha detto:

    Giusto: o gratis, o con qualità!

  2. batsalegio ha detto:

    Io ci andrò la prossima settimana!

  3. batsalegio ha detto:

    L’ha ribloggato su The Brontolon Post.

  4. purplefaze ha detto:

    Reblogged this on Qualche Pensiero and commented:
    Piacerebbe sapere in dettaglio quanto è costato davvero il lavoro di ristrutturazione (e temo ci siano i soliti sprechi).
    Però sono contento, gli Uffizi sono uno dei beni più preziosi che abbiamo !

  5. Bricolage ha detto:

    Se perdessimo anche gli Uffizi, in quanto a numeri, saremmo veramente un paese da gettar via nel fosso!

  6. fulvialuna1 ha detto:

    Villa medicea di Poggio a Caiano, belllissima. Ma possibile mai che una figuraccia la dobbiamo sempre fare?

  7. igiardinidiilio ha detto:

    Ottima annata per gli Uffizi….ma il Prado di Madrid nel 2011 ha avuto 2.911.767 visitatori, 8.800.000 il Louvre di Parigi, 5.000.000 i Musei Vaticani….una rondine non fa primavera, mio caro italiaiocisono.

    • ItaliaIoCiSono ha detto:

      Con piú tetti si attira lo stormo. Gli Uffizi stando andando in questa direzione. Che poi gli spagnoli, francesi o inglesi sappiano gestire meglio le opere italiane -che spesso sono la parte piú importante del museo- é un altro par di maniche. Basterebbe copiare..

      • sporchibanchieri ha detto:

        Bellissima risposta!
        In Grecia stanno già vendendo alcune isole a causa della crisi. Speriamo non ci tocchi vendere il Colosseo o gli Uffizi in un prossimo futuro.
        Comunque gli Uffizi sono stati anche un’ottima annata per l’FBI: «Truffe, il “Madoff” tedesco
        bloccato alla Galleria degli Uffizi. Ex azionista del Borussia Dortmund, era ricercato dall’Fbi per raggiri per 200 milioni di dollari. Le indagini della squadra mobile fiorentina». (la Repubblica 9 marzo 2013)

  8. johndwm ha detto:

    Hi I first visited Italy in 1967 as a very young hitch hiker and instantly fell in love with this country. In Firenze I still remember eating Bolognaise and drinking wine by the Duomo and swimming in the Arno. The youth hostel was in a Villa overlooking the city = Beautiful. I still like to visit Italy and wrote a poem more recently on what St Frances might think of Assissi and the world today. This is Under the poetry tab above johndwmacdonald.com site Thanks for your visit! John

  9. loscalzo1979 ha detto:

    Ci sono stato a Santo Stefano e ho avuto piacere di visitarlo dopo qualche anno dalla mia ultima visita: é stato bello vedere opere restaurate, nuovi allestimenti e nuove sale.

    Ho trovato aperte sia le sale Blu che le nuove sale rosse, sicuramente ritornerò alla fine dell’anno per vedere gli ulteriori nuovi allestimenti.

    Orgogliosi di vivere nelle stessa regione di un simile Gioiello che riesce a stare al passo coi tempi mantenendo la sua storicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...