La Cappella degli Scrovegni di Padova.1305.

La Cappella degli Scrovegni si trova nel centro di Padova ed è stata commissionata nel 1303 da Enrico Scrovegni per espiare i peccati del padre usuraio. Questo edificio religioso, non troppo conosciuto, è uno dei massimi capolavori dell’arte trecentesca italiana.

Gli affreschi presenti all’interno sono opera di un Giotto ormai maturo ma esigente. L’intenso blu lapislazzuli che incornicia le scene sacre impreziosce l’opera e da’ un effetto molto ricercato, ma non bisogna dimenticare che si trattava di un colore molto costoso da produrre.

Per quanto riguarda l’iconografia, il ciclo pittorico raffigura le vicende dei personaggi del Vangelo e tra le fonti utilizzate dall’artista vi è la Leggenda Aurea di Jacopo da Varazze. Come consuetudine nelle chiese trecentesche, il ciclo si conclude con la collocazione in controfacciata del Giudizio Universale, in cui viene sottolineato il carattere votivo dell’edificio, rappresentato fedelmente nelle mani del committente nell’atto di offrirlo alla madonna.

https://i2.wp.com/upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/c/c7/Giotto_di_Bondone_-_No._14_Annunciation_-_The_Angel_Gabriel_Sent_by_God_-_WGA09190.jpgDopo un lungo restauro, la cappella è stata riaperta nel 2002 ed è tutt’oggi visitabile. Anche se ormai il palazzo della famiglia Scrovegni è andato perduto, la cappella degli Scrovegni è una visita d’obbligo per chiunque passi per Padova, magari da affiancare alla visita della vicina chiesa degli Eremitani. In quest’altra chiesa si trova una magnifica cappella, quella degli Ovetari, affrescata da numerosi pittori veneti fra cui il giovane Andrea Mantegna. Nonostante gli ingenti danni riportati nei bombardamenti del ’44, rimane anch’essa uno spettacolo unico nel suo genere.

Nel 2012 la Cappella degli Scrovegni è stata visitata da 356.471 persone, il che è notevole ma comunque non un numero all’altezza dell’importanza artistica del luogo: diffondere questo capolavoro è un atto dovuto non solo per Padova ma per tutti gli amanti delle origini della pittura rinascimentale.

Annunci

9 commenti su “La Cappella degli Scrovegni di Padova.1305.

  1. blogdibarbara ha detto:

    Il fatto è che le visite sono regolamentate: si entra all’ora assegnata al momento della prenotazione, non un minuto prima e non un minuto dopo; entra un numero stabilito di persone per volta e non una di più ecc. Magari non ce ne sarebbero di più lo stesso, anche senza queste regole, chi lo sa, però sta di fatto che con queste regole è proprio matematicamente impossibile che ne entrino di più. E magari qualcuno sarà anche scoraggiato proprio da queste regole così rigide.

  2. lois ha detto:

    La cappella con gli affreschi, che rappresentano dopo Assisi, il capolavoro della maturità di Giotto, ci mostra in tutta la sua bellezza l’umanità raccontata con la bellezza dei colori e delle forme.
    Come dice Barbara nel suo commento, le visite sono ‘blindate’ negli orari e nella cadenza, ma non credo che questo rappresenti un deterrente, per nostra fortuna la camera di decompressione iniziale e il tempo-limite di visita riesce a preservare questo capolavoro che avendo gli ingressi a numero chiuso, consentono una visita (breve di max 20′) molto raccolta e suggestiva (cosa che non accade in altri importanti luoghi).
    Ciononostante, la bellezza, l’integrità ed il valore di questo bene preziosissimo, a Padova da mesi si discute sulla possibilità di costruire presso l’area degli Scrovegni una grande struttura architettonica che potrebbe minare seriamente la stabilità della Cappella, le cui fondamenta affondano in un terreno sabbioso che difficilmente resisterebbe compatto al peso dei lavori. Ma per fortuna (nostra e delle future generazioni) pare che stia prevalendo il buonsenso!

  3. L’ha ribloggato su FOTOGRAFIA TURISMO ITALIAe ha commentato:
    L’Italia non si ficisce mai di conoscerla e scoprirla.

  4. michelechefailprof ha detto:

    L’ha ribloggato su scuolafinitae ha commentato:
    Senza parole, meravigliosa….

  5. ilmiosguardo ha detto:

    L’ho potuta ammirare nell’ottobre scorso: e il numero chiuso, la camera di “decompressione” e i soli 20 minuti di visita sono oltremodo ripagati dalla vista di un meraviglioso capolavoro!

  6. […] atto dovuto non solo per Padova ma per tutti gli amanti delle origini della pittura rinascimentale. fonte […]

  7. Valeria Pozzoni ha detto:

    Una curiosità: io mi sono laureata a Padova e la leggenda che girava allora affermava che portasse sfortuna agli studenti dell’università patavina che, qualora l’avessero visitata durante il corso di studi, non sarebbero riusciti a laurearsi. Per questo motivo – pur frequentando Padova per cinque anni, non l’ho mai vista. Approfitterò di questa nuova apertura per vederla, finalmente!

  8. […] La Cappella degli Scrovegni di Padova.1305.. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...