Scopri quanto è diffuso il tuo cognome!

Gli studi demografici in tema di immigrazione richiedono anni di studio da parte di grandi gruppi di lavoro che analizzano una enorme mole di dati. Non a caso questi studi sono portati avanti da enti di ricerca molto grandi, come ad esempio l’ente pubblico ISTAT. Tuttavia, senza essere esperti di araldica esiste un modo per tracciare la diffusione dei lontani “consanguinei” in tutta italia e persino negli USA.

https://i1.wp.com/www.gens.info/lib/cog/maps/cognomi/M/MARINI.gifCome è possibile tutto ciò? Ci sono persone che analizzano il DNA di milioni di persone? No, attraverso registri e altri metodi di catalogazione, il sito Gens.info ci mostra la diffusione del nostro cognome nel belpaese a negli USA semplicemente inserendolo in una barra di ricerca. Il risultato è una mappa che presenta circonferenze di varia dimensione: più grande è il circonferenza e maggiore è la concentrazione di persone con lo stesso cognome in quell’area in particolare.

I vari Rossi, Bianchi o i Russo possono evitare di scomodarsi perchè otterrebbero una distribuzione uniforme e relativamente impressionante. Gli altri, più rari, talvolta riservano sorprese mentre altri semplici conferme. Ci sono altri siti che offrono lo stesso servizio, come Cognomix.it, ma i risultati sono molto simili.

Allora che aspettate, inserite cognome e scoprite la terra che appartiene al vostro cognome!

Annunci

11 commenti su “Scopri quanto è diffuso il tuo cognome!

  1. samtech ha detto:

    Prima l’ Italia, poi… il mondo! xD

  2. pagurina9 ha detto:

    chi resite? ho provato e devo ammettere che non è certo diffuso come rossi e simili! grazie per questo post!

  3. tramedipensieri ha detto:

    del mio cognome, oltre che nella mia regione…è curioso vedere come ce ne sia solo uno in Sicilia ed uno in Trentino ….

    e tanti in Piemonte ed in Lombardia…
    Forte sta cosa….

    grazie
    .marta

  4. gattolona ha detto:

    Ciao Luca e buon pomeriggio! Bello l’intervento di oggi, molto interessante come tutto ciò che scrivi! Penso di andare a vedere uno dei siti che hai citato, per capire le origini del mio cognome: Schianchi. I miei genitori non sono di Reggio Emilia, si trasferirono qui a Reggio Emilia nel lontano 1948, con una bimba di due anni, che è mia sorella. Ti immagini le lotte intestine non morali, ma reali, di quegli anni dell’immediato dopoguerra, tra i Reggiani allora comunisti rossi come un pomodoro e i “pramsan”, (parmigiani o parmensi) cioè i nativi delle zone di Parma? Lotte stupide ed inutili, sterili e dolorose, non costruttive, che hanno luogo ancora ai giorni nostri, basti pensare alle partite di calcio tra Reggio e Modena, piuttosto che tra Reggio e Parma. Ma è possibile che l’essere umano sia ancora così stupido e ignorante, in tema di fratellanza? Perchè mi chiedo, diciamo di essere stati sulla luna ed io che abito a reggio emilia, ma ho origini Parmensi sono considerata da alcuni un mezzosangue? Purtroppo tentarono diverse volte di fare del male ai miei genitori e, una volta hanno rischiato di uccidere il mio povero papà. Organizzarono un attentato a scopo di uccisione nel 1956, in una “cellula rossa” del nostro paese, cioè l’allora bar/cooperativa. Fecero bere sino ad ubriacarsi il loro mezzadro, che tornando a casa a mezzanotte ubriaco fradicio, colpì mio padre, con diverse coltellate tutto attorno all’aorta. Non morì, ma perse diverso sangue e fu ricoverato in ospedale diversi mesi. Ricevette molte trasfusioni da mia madre (ancora in vita, novantenne…) e se la cavò. Quell’uomo, andò in galera per pochi mesi, poi con il famoso indulto se ne uscì e circolò liberamente, sino alla fine dei suoi giorno, avvenuta pochi anni fa. Che cosa ne pensi di queste miserie umane? Fabiana Schianchi.

    • Luca Livraghi ha detto:

      Ciao, purtroppo leggere oggi di queste atrocitá fa pensare. Ci fa capire i passi avanti a livello di civiltá negli ultimi decenni, e oggi sarebbe impensabile il ripetersi di questi eventi. Oggi le lotte fratricide le vediamo ovunque, dalle singole frazioni ai paesi dell’UE. Ma oggi non si elimina l’altro, lo si ascolta e ci si affida alla diplomazia. Per riuscire a usare questi strumenti é indispensabile l’istruzione e la cultura. Sapere chi si é e in base a questo relazionarsi con l’altro civilmente. Spesso é semplicemente mancanza di comunicazione, ma per affrontare le varie sfide é necessario un ampio bagaglio culturale. E tutti noi dobbiamo lottare affinché la coscienza culturale sia parte integrante del modo di pensare di ogni abitante della terra.

  5. Blutriskell ha detto:

    Ho la fortuna di avere un cognome abbastanza raro (è presente in soli 22 comuni italiani. La mia ricerca genealogica (iniziata più di 30 anni fa) è stata molto agevolata da questo fatto.

  6. Nicola Losito ha detto:

    Il mio cognome è tipicamente pugliese, però è diffuso in tutta Italia e nel mondo. Particolarmente diffuso, come rileva Gens.info, anche in Lombardia dove vivo.
    Nicola

  7. michelechefailprof ha detto:

    L’ha ribloggato su scuolafinitae ha commentato:
    ribloggo questa curiosità

  8. Francesca Rocchi ha detto:

    Sempre interessanti le tue proposte. Ti segnalo una località, Chioggia, in provincia di Venezia dove portano tutti lo stesso cognome : Boscolo. Per distinguere si e’ sviluppato nel tempo un sistema di soprannomi complicato e buffo…Un portalettere che vien da fuori ha qualche problema. Vedere l’elenco telefonico ;-))))

  9. […] Scopri quanto è diffuso il tuo cognome!. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...