La Marconi Society e il premio annuale dedicato al grande scienziato bolognese.

In un’epoca in cui l’elettromagnetismo viveva il suo periodo d’oro, Guglielmo Marconi fece la storia con l’applicazione pratica delle scoperte scientifiche nel campo delle onde radio. Dal 1895, anno in cui Marconi trasmise e ricevette il primo segnale radio sono passati quasi 120 anni, e solo in questi mesi la radio sta migrando velocemente al digitale dopo più di un secolo di trasmissioni analogiche.

La radio non ha più l’importanza che aveva una volta, ma quello che ci ha insegnato il nostro Jobs d’altri tempi è che bisogna sempre credere nell’innovazione. Il tema della comunicazione era caro a Marconi, e proprio per questo sua figlia Gioia Marconi Braga ha istituito la Marconi Society (con sede negli Stati Uniti) e l’annuale Marconi Prize, un premio di 100.000 dollari per gli innovatori del settore. Tra i vincitori famosi del premio si contano Lawrence E. Page and Sergey Brin, i fondatori di Google, e Tim Berners-Lee, l’inventore del World Wide Web, mentre quello di quest’anno è andato a Martin Cooper, l’inventore del telefono cellulare.

La fondazione con la propria attività fa un favore all’umanità, premiando i soggetti che ogni giorno lavorano per il progresso, e all’immagine dell’Italia, che viene ricordata per le proprie conquiste e non come al solito per i propri problemi. Anche Marconi è dovuto andare all’estero per dare un carattere internazionale alle sue invenzioni, e questa è una stortura che affligge ancora oggi il nostro paese attraverso la fuga dei cervelli, ma questa è un’altra storia. Aspettiamo trepidanti il premio dell’anno prossimo, sperando in una grande invenzione che nasca da questa parte dell’oceano!

Annunci

3 commenti su “La Marconi Society e il premio annuale dedicato al grande scienziato bolognese.

  1. io a Marconi devo molto., perchè mio padre con gran sacrificio mi comprò una delle prime radio. Mi sembra di ricordare (radiomarelli) ma è un lontano ricordo: la sera quando tutti erano a dormire ascoltavo ascoltavo fino a tardi la radio. perche era vicino al mio letto nella stanza dove dormivo . Ed una sera dopo le ore “21 ascoltai li coro della scuola media Ugo Foscolo di Via Portico d’Ottavio di Roma ed era il coro della mia scuola ed io cantavo in quel coro. Che emozione!!! Oggi senza la radio non ci posso stare e il giorno quando lavoro ,soprattutto quando, svolgo lavori manuali o sono in cucina a cucinare non posso fare a meno di ascoltare Radio 3. Tra i miei esami durante le mie “università “inclusi gli esami di teorie e techiniche dei mezzi di comunicazione di massa.oltre a quelli di Storia del Teatro e Storia della musica ed ebbi per il tetro come professore Federico Doglio e per la storia della musica Fedele D’amico ‘ e ancora mi mantengo le loro dispense. Radio 3 per me è una ricchezza culturale interiore continua e mi ha aiutato anche ad essere all’altezza culturale di mio marito ,per quanto riguarda la musica,

  2. Levysoro ha detto:

    Ogni volta che salgo in auto accendo la radio e mi domando cosa ne sarà di “lei” con l’avvento delle nuove tecnologie; è vero che lo streaming ti permette di ascoltare la radio anche via Internet ma “non è la stessa cosa”…
    Credo che il Marconi Prize sia l’ennesimo riconoscimento all’in-genio italiano (scusa il neologismo) che da sempre ci distingue.
    In qualche modo il discorso si lega all’ultimo post che ho scritto relativo all’arte artigiana ed al futuro del lavoro che a mio avviso è artigiano e nel quale noi siamo i maestri.
    Grazie Luca per il tuo costante impegno per la valorizzazione e la difesa del nostro patrimonio,

    Luca

  3. marvan ha detto:

    Il prize 2013 è stato assegnato a Martin Cooper l’inventore del telefono cellulare. C’è un simpatico articolo sul numero di settembre di WIRED.IT
    In tempo di crisi ho pensato che addirittura si potrebbe eliminare la TV, ma la radio guai a chi me la tocca!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...